Decreto giustizia: la Camera approva la legge di conversione

La Camera dei Deputati, nella seduta del 6 ottobre 2016, ha approvato il disegno di legge di conversione del decreto-legge n. 168 del 2016 che introduce una serie di misure urgenti per l’efficienza degli uffici giudiziari, con particolare riferimento alla Corte di cassazione. Il decreto interviene sull’organico della Corte, prevede misure volte a garantire la celere copertura degli uffici giudiziari vacanti ed a consentire la permanenza in servizio dei vertici della supreme magistrature. Il provvedimento d’urgenza, inoltre, introduce significative modifiche al procedimento viagra sans ordonnance in cassazione, potenzia gli uffici di sorveglianza e detta disposizioni sul processo amministrativo telematico in relazione alla proroga della sua vigenza a regime.

Ora il testo passa al Senato anche in ragione dei diversi emendamenti approvati dalla Camera.

Duri i commenti di alcune associazioni degli avvocati agli emendamenti proposti alla Camera. Emblematiche, in questo senso, le parole dell’Associazione Italiana Giovani Avvocati (AIGA). “Ad una prima lettura, salta certamente agli occhi la modifica dell’articolo 380 bis in tema di inammissibilità del ricorso”, scrive l’associazione, e in particolare “l’introduzione di un’udienza a porte chiuse e col contraddittorio assicurato esclusivamente dal deposito di memorie scritte da parte del Procuratore Generale e dei difensori delle parti”. Gli emendamenti hanno reso possibile, secondo l’associazione, “una grave compressione del diritto delle parti di interloquire col giudice”.

Per approfondimenti clicca qui

 

Scarica il Ddl Conversione in legge del decreto-legge 31 agosto 2016, n. 168 Ddl Conversione in legge del decreto-legge 31 agosto 2016, n. 168
 

Scarica la scheda di approfondimento Schede di lettura Ddl Conversione in legge del decreto-legge 31 agosto 2016, n. 168